Home » Blog » Blog » Bitcoin: moneta del futuro o flop cibernetico?

bitcoin sipli web

Bitcoin: moneta del futuro o flop cibernetico?

Il Bitcoin è la moneta elettronica creata nel 2008 da Satoshi Nakamoto.

A differenza delle valute tradizionali, fa uso di un DB distribuito tra i nodi della rete il quale, tiene tracce delle transazioni, sfruttando la crittografia.

Il Bitcoin, inoltre, permette il trasferimento e il possesso anonimo delle monete e la struttura peer to peer della rete unitamente alla mancanza di un ente centrale, rendendo così impossibile a qualsiasi autorità il blocco dei trasferimenti.

Bitcoin : Come funziona?

Scoprilo continuando a leggere.

Per funzionare il Bitcoin ha bisogno di due elementi: i Miner e i Wallet.

I primi rappresentano una sorta di calcolatore che verificano la correttezza dell’operazione ed i secondi sono il programma che permette di entrare nella rete di Bitcoin tramite indirizzi e chiavi per le transazioni economiche.

In questo modo la moneta elettronica si presenta come una sottospecie di banca personale che si può installare sullo smartphone per effettuare piccoli pagamenti.

Qui, però, si evidenzia uno dei rischi di tale sistema ovvero la possibilità di furti da parte degli hacker tanto da spingere nel creare, in alternativa, dei servizi che non prevedano l’installazione del software.

Per poter utilizzare il Bitcoin, c’è bisogno di un wallet.

I wallet servono anche a raggiungere i luoghi dove si trovano i Bitcoin e funzionano come banche dove si può depositare e aprire un conto.

 

Come spiegare i Bitcoin ad un bambino?

Utilizziamo una transazione semplice come il regalo di un giochino di un bimbo ad un altro.

Chi dei due ha il gioco è materialmente il proprietario, ma se il gioco fosse digitale?

Le cose si complicano perché non si è più sicuri se il gioco è stato dato anche a qualcun altro in precedenza o contemporaneamente.

Per risolvere il problema si può usare un registro per annotare le transazioni ma, ciò implicherebbe soldi e magari una terza persona potrebbe manipolare tale registro.

La soluzione più efficiente è il Bitcoin che ha un registro, aperto e pubblico, in cui le transazioni del gioco vengono aggiornate in tempo reale e la quantità di tale gioco e i possessori sono noti all’inizio e non possono essere cambiati.

Dove può essere utilizzato?

Con il Bitcoin si può potenzialmente acquistare ovunque in quanto molti store online lo hanno già adottato o stanno lavorando a qualcosa di simile come nel caso di Amazon e eBay.

In Italia, sta muovendo i primi passi la Bitcoin Italian Foundation, un’associazione con l’intento di far conoscere l’uso di questa valuta ma soprattutto regolarne l’uso, promuovendo un senso di responsabilità nell’utilizzarlo dato anche il suo valore nominale.

Infatti, il Bitcoin non presenta un costo reale ma il suo valore è dato dall’incontro tra domanda e offerta ed è stabilito dagli stessi consumatori al momento della trattativa.

Dunque, una volta acquisito quel prezzo va tutelato e tramite sistemi di sicurezza costituiti da password e crittografia.

È bene perciò fare sempre un backup e criptarlo, utilizzare luoghi sicuri ed affidarsi a password lunghe e complicate ed un portafoglio offline, cold storage, dove mettere i propri risparmi.

I Bitcoin non sono infiniti, il creatore ha previsto che questi siano limitati per impedire la speculazione da parte di un ente centrale ed ogni quattro anni la creazione di nuovi Bitcoin sarà, così, dimezzata.

Voi cosa ne pensate? Può essere la moneta del futuro o solo un flop cibernetico?

Sipli, Always On!

©Contenuti Riservati – Sipli Web

Bitcoin: moneta del futuro o flop cibernetico? ultima modifica: 2017-07-31T10:08:02+00:00 da DivisioneWeb2016
Metti mi piace alla nostra pagina per seguire tutti gli aggiornamenti!
Condividi

Autore: DivisioneWeb2016

DivisioneWeb2016

Rispondi a

Your email address will not be published.